Mommy lifestyle: appunti per la gravidanza

Consigli alimentari e comportamentali per abbassare pressione alta e ritenzione idrica

  • Cercare di eliminare del tutto l’utilizzo del sale in cucina ed iniziare a condire i piatti con spezie ed aromi.
  • Non aggiungere il sale alle pietanze già condite, né all’acqua di cottura della pasta.
  • Abituare il palato ad apprezzare il sapore originale dei cibi.
  • Preferire gli alimenti (es. pane, cracker, fette biscottate) senza sale.
  • Leggere bene le etichette dei cibi che si acquistano, evitando quelli ricchi di sale (nella lista degli ingredienti, i prodotti vengono elencati dal più presente al più scarso).
  • Mangiare alimenti ricchi di potassio.
  • Niente caffè, tè, alcool e fumo.
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno.
  • Cercare di scegliere sempre alimenti freschi, evitando le conserve, i sottolio ed i sottaceto, i salumi, i cibi in scatola, i cibi pronti, gli snack, le salse ed i dadi.
  • Evitare di bollire la verdura per non perdere le vitamine ed i minerali in essa contenuti con la cottura.
  • Limitate il consumo di carne a circa 200 g al giorno: non è necessario consumarne di più.
  • Fate almeno due pasti vegetariani alla settimana.
  • Ridurre il sovrappeso.
  • Evitare lo stress.
  • Fare, ogni giorno, almeno 30 minuti di camminata, anche se a bassa andatura.

 

Evitare:

  • Dadi: da brodo o estratti vegetali o di carne per brodo.
  • Condimenti alternativi e salse di ogni genere: gomasio, miso, tamari, salsa di soia.
  • Tutti i formaggi: compresi parmigiano e mozzarella, anche in minima quantità, come la classica spolverata sulla pasta.
  • Insaccati e salumi: tutti.
  • Carne affumicata, secca, conservata: bresaola compresa, anche se “naturale o biologica”.
  • Pesce affumicato: salmone, aringhe, tonno, ecc.
  • Pesce conservato: alici in scatola, acciughe sotto sale, tonno in scatola (anche se “al naturale”), vongole, caviale, ecc.
  • Olive, patatine, frutta secca tostata e salata: tutti gli snack da aperitivo comprese noccioline, mandorle, nocciole, anacardi e simili.
  • Fast food di ogni genere.
  • Preparazioni in salamoia: e quasi sempre anche sottaceti e sottoli.
  • Prodotti da forno: focacce, pizze, pane, cracker, grissini, biscotti, ecc. Anche i dolci, le torte e i biscotti (soprattutto quelli industriali), come pure il pane senza sale (tipo toscano), molti cereali per la prima colazione, nonostante le apparenze hanno un contenuto intrinseco di sale abbastanza elevato: come alternativa si possono usare cereali soffiati, fette di cereali, gallette di riso, patate bollite o al forno, pastasciutta e riso.

 

Composizione della dieta:

  • Cereali: sette, otto porzioni al giorno (per porzione si intende: una fetta di pane di riso,  oppure mezza tazza di riso o  pasta, oppure trenta grammi di cereali secchi)
  • Verdura: quattro, cinque porzioni al giorno ( per porzione si intende: una tazza di verdure crude a foglia verde, oppure mezza tazza di verdure cotte) —> carote, cetrioli, cipolla, pomodoro, barbabietole, fagiolini, piselli, patate, zucchine, zucca, peperoni, sedano
  • Frutta: quattro, cinque porzioni al giorno ( per porzione si intende: un frutto di grandezza media, oppure mezza tazza di frutta, oppure un quarto di tazza di frutta secca, oppure 200 grammi di succo di frutta) —> mele, albicocche, banane, meloni, ananas, pesche, uva, fichi, agrumi, mango
  • Prodotti caseari a basso contenuto di grassi o senza grassi: due, tre porzioni al giorno ( per porzione si intende: 250 grammi di latte, oppure una tazza di yogurt, oppure 50 grammi di formaggio)
  • Carne magra, pollame, e pesce: non più di due porzioni al giorno (per porzione si intende:  un etto di carne cotta, pollame o pesce)
  • Noci, semi e legumi: quattro, cinque porzioni alla settimana (per porzione si intende: un terzo di tazza di noci, 2 cucchiai di semi, mezza tazza di fagioli o piselli)
  • Grassi e oli: due, tre porzioni al giorno (per porzione si intende: un cucchiaino di olio vegetale, un cucchiaio da tavola di maionese a basso contenuto di grassi)
  • Dolci: cercare di limitarne l’assunzione a non più di cinque porzioni alla settimana. (Per porzione si intende: un cucchiaio di zucchero o marmellata)

 

Esempio:

COLAZIONE

Caffè d’orzo + 3 fette biscottate iposodiche oppure una tazza di latte + 50gr di pane senza sale oppure una ciotola di frutta fresca con 1 yoghurt

SPUNTINO

Frutta fresca oppure 2 fette biscottate iposodiche oppure yoghurt oppure uno smoothie

PRANZO

Minestrone oppure pasta con verdure oppure riso con verdure oppure zuppa di legumi con verdure oppure insalata di riso

SPUNTINO

Frutta fresca oppure 2 fette biscottate iposodiche oppure yoghurt oppure uno smoothie

CENA

Carne / Pesce e verdura oppure frittata

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s